Polline

Granuli sferici o ovoidali che servono alla fecondazione del fiore e vengono raccolti dalle api come nutrimento.

Il polline ha azione equilibratrice del peso corporeo in quanto intensifica la combustione, bruciando grassi in eccedenza, oppure aiuta le persone deperite a recuperare il peso.

Tra le sue proprietà ricordiamo quella antianemica, antidepressiva, l’azione sulla funzione digestiva ed intestinale (regolarizza la peristalsi, quindi è indicato in caso di stitichezza, per dissenteria o per colite), accelera la funzione disintossicante del fegato, favorisce la reattività e la resistenza allo sforzo, migliorando così il lavoro intellettuale, è utile nell’esaurimento e nella cute delle turbe del sonno.

Aiuta anche in caso di raffreddore da fieno, creando una barriera contro i pollini del vento o pollini anemofili.

Infine è utile in caso di malattie deficitarie, scompensi ormonali, ipercolesterolemia.

Cosmetologicamente il polline ha un’azione positiva sulla senescenza cutanea, promuove effetti biologici fondamentali, attiva la produzione di cellule nuove e favorisce l’apporto di sangue. È pertanto efficace contro rughe, è eutrofizzante, utile per pelli atone, asfittiche e spente. Inoltre regolarizza la seborrea ed è indicato per pelli impure i cui inestetismi possono essere fatti risalire a disfunzioni intestinali.

COMPOSIZIONE

La composizione del polline varia a seconda dei fiori da cui proviene, ma in media presenta il 35% di proteine, tra cui aminoacidi essenziali (ricordiamo la cistina, che migliora la morbidezza della pelle e la tirosina, che protegge la cute dai raggi solari).

Sono presenti dal 25% al 48% di glucidi (glucosio, fruttosio e rutina, una sostanza capillaro-rinforzante), dal 5% al 10% di lipidi, vitamina A, gruppo B,C,E,D,K,PP. Inoltre il polline contiene oligoelementi quali calcio, cloro, ferro, fosforo, iodio, magnesio, potassio, rame, silicio, sodio, zinco e zolfo.

Un vero dono della natura 🐝❤🌷

POLLINE ITALIANO

Author: wellteca