Cirmolo l’essenza del sonno

Pino cembro, l’albero del sonno e della tranquillità!

Il pino cembro, detto anche semplicemente cembro o cirmolo, è un albero sempreverde che cresce spontaneamente sulle Alpi. Dal latino Pinus Cembra, o “Regina delle Alpi”, questo pino è un albero tenero e facile da intagliare, ed è proprio grazie a queste sue proprietà che il cirmolo è il legno preferito dagli scultori. Il legno di cirmolo ha un forte profumo aromatico, un profumo che dura a lungo e che tiene lontano le tarme. È l’unico 5 aghi presente in Europa ed è molto pregiato: viene utilizzato principalmente per le sculture artigianali (famose sono quelle della Val Gardena), per usi alimentari (come la cottura dello strudel) e per cosmetici naturali.

Gli studi dell’istituto austriaco Joanneum Research hanno dimostrato come il cirmolo abbia effetti positivi sul benessere psicofisico e sulla salute dell’uomo: tra le proprietà benefiche del cembro ci sarebbero la capacità di favorire il sonno e il rilassamento, di migliorare la circolazione sanguigna e di stimolare la mente e il corpo. Il legno di cembro viene utilizzato sia sotto forma di olio essenziale che di pinoli o corteccia. Nel primo caso l’olio essenziale viene utilizzato come ingrediente principale die cosmetici naturali a base di pino cembro, come detergenti per la pelle, saponi, shampoo e creme.

Pino cembro per dormire meglio

Il cirmolo viene consigliato spesso per dormire meglio, sia a chi ha problemi di sonno che per i bambini, che nei primi anni di vita hanno un ritmo sonno-veglia meno costante: tra le sue caratteristiche ci sarebbe quella di regolarizzare il battito cardiaco e di favorire il sonno. Non a caso viene usato come materia principale dei cuscini artigianali per il benessere di corpo e mente e può essere utilizzato anche per i bambini: per sonni tranquili basta versare una goccia di olio essenziale di pino cembro su un batuffolo di cotone e metterlo vicino al letto del bambino, evitando il contatto diretto. Il legno di cirmolo è anche uno dei legni più utilizzati dai falegnami.

Author: wellteca