COME SI ESTRAE L’OLIO ESSENZIALE DALLA PIANTA?

//COME SI ESTRAE L’OLIO ESSENZIALE DALLA PIANTA?

COME SI ESTRAE L’OLIO ESSENZIALE DALLA PIANTA?

L’estrazione del principio attivo dalla pianta, più precisamente l’olio essenziale può avvenire in differenti modi in base alla parte della pianta utilizzata ed alla pianta stessa.

Per raggiungere la vera essenza delle proprietà benefiche della pianta, si possono utilizzare diverse parti di questa come il fiore, il frutto, la buccia, i ramoscelli o la foglia. Da pianta a pianta è diverso il punto di maggior concentrazione della loro essenza.

Il prodotto assumerà delle caratteristiche ben precise e tipiche dell’olio essenziale quali: l’aspetto oleoso come ci viene descritto dal nome, forte profumo della pianta utilizzata, è una sostanza volatile se lasciata aperta a temperatura ambiente e sono altamente infiammabili!

L’estrazione avviene attraverso 3 procedimenti differenti: la spremitura, la distillazione o l’enfleurage.

Il metodo più utilizzato è la distillazione, avviene attraverso l’uso del distillatore che crea la separazione degli elementi volatili grazie a generatori di vapore, serpentine di raffreddamento e contenitori stagni. Si tratta di una estrazione a caldo che viene utilizzata soprattutto sulle parti più resistenti della pianta come la corteccia, i legni, le foglie e le resine.

La spremitura è un metodo a freddo si utilizza per lo più per ottenere l’essenza dalla buccia con un processo di tipo meccanico.

Le parti più tenere e delicate della pianta, come petali o fiori, vengono estratte attraverso un procedimento chiamato enfleurage, capace di non danneggiare le proprietà di piante delicate; consiste nel far assorbire a un grasso solido d’origine vegetale i profumi e le proprietà dei fiori finché non sarà saturo per poi separarne l’olio essenziale sciogliendo il grasso. Utilizzato in combinazione con l’enfleurage, il metodo più naturale per estrarre l’olio essenziale è utilizzare la CO2. L’anidride carboinica è un gas stabile, non muta e permette di dividere l’estratto della pianta senza sottoporla allo stress dato dal calore e senza rilasciare emissioni in natura. Si ottiene così un prodotto lipofilo che mantiene tutti i principi attivi della pianta in sinergia.

2019-04-15T15:32:36+02:00